Logo per la stampa

Provincia Autonoma di Trento - Servizio Trasporti Pubblici

 
 
 

La Provincia di Trento favorisce sistemi di trasporto alternativi: l'esperimento "Jungo"

La Provincia Autonoma di Trento ha da tempo avviato approfondimenti al fine di promuovere, accanto alle diverse iniziative volte alla diversione modale tra traffico privato e trasporto pubblico, una riduzione dell'impatto del traffico privato, stimolandone il ruolo di integrazione all'offerta di trasporto pubblico attraverso la promozione dell'uso intelligente delle vetture, in particolare favorendo la crescita del coefficiente di riempimento delle stesse.

Con determinazione n. 139 di data 4 novembre 2008 (allegata sotto) la PAT ha previsto di promuovere sul territorio provinciale una nuova forma di trasporto denominata Jungo, che consente di raccogliere e gestire l'incontro tra domanda ed offerta di trasporto privato "di cortesia" (una sorta di evoluzione dell'autostop) introducendo alcuni parametri minimi di garanzia.

Jungo Ŕ il sistema che crea le condizioni pratiche e realistiche per sfruttare i flussi di auto in movimento incoraggiando l'imbarco "a vista" su una comune direttrice di percorrenza, senza preventiva programmazione.

Visita il sito www.jungo.it per ottenere tutte le informazioni che ritieni utili !

Il ruolo della Provincia Ŕ quello di mettere a disposizione degli interessati uno sportello informativo per raccogliere le domande degli utenti che intendano aderire a Jungo (si precisa che sarÓ fatta fotografia con macchina digitale disponibile presso il Servizio), e di verificare l'assenza di carichi penali degli aderenti residenti o domiciliati in Provincia (lo sportello Ŕ presso il Servizio Comunicazioni e Trasporti in Via Vannetti 32 - I░ piano).
La Provincia poi mette a disposizione un numero (n. 0461/497983) per raccogliere tutte le segnalazioni di infrazione al codice Jungo.

Lo sportello ed il numero sono attivi dal 1░ dicembre 2008.

 
 
 
credits | note legali | Intranet | scrivi al gruppo web | Cookie Policy