Logo per la stampa

Provincia Autonoma di Trento - Servizio Trasporti Pubblici

 
 
 

Studenti fino alla 5░ superiore

Per accedere agli sconti riservati alla categoria studenti fino alla 5^ superiore è necessario dotarsi di smart card.

per richiedere la tessera è sufficiente rivolgersi ad una biglietteria di Trentino trasporti e Trenitalia compilando l'apposito modulo (clicca qui per scaricarlo)

Il caricamento dell'abbonamento avviene presso le Casse Rurali Trentine (tutti gli sportelli CCRR del territorio provinciale sono abilitati).

In allegato le tariffe di abbonamento in formato pdf.

La tariffa-famiglia per il trasporto degli studenti frequentanti le scuole materne, elementari, medie inferiori e medie superiori (fino alla 5^ classe) è parametrata alla condizione economico-patrimoniale delle famiglie secondo il modello provinciale ICEF. Per ottenere riduzioni sulla tariffa massima (sotto riportata) il cittadino potrà provvedere all'autocompilazione della dichiarazione ICEF (disponibile al sito www.icef.provincia.tn.it) presentandola poi presso gli sportelli periferici provinciali o presso i CAF (vedi allegato) che determineranno la tariffa da pagare; in alternativa si potrà chiedere appuntamento telefonico ai medesimi soggetti per un aiuto gratuito nella compilazione presentando la documentazione necessaria; i CAF poi rilasceranno apposita certificazione riportante la tariffa da pagare che dovrà essere consegnata presso gli Sportelli delle Casse Rurali abilitati. Il cittadino che non intende seguire la procedura ICEF per l'ottenimento delle riduzioni rispetto alla tariffa massima potrà recarsi direttamente presso gli Sportelli delle Casse Rurali abilitati (vedi allegato) per il pagamento ed il caricamento della smart card. Si ricorda che per il caricamento della tessera presso gli sportelli bancari è necessario presentare la smart card studenti.
Gli sportelli bancari rilasceranno anche contabile bancaria attestante il versamento (si consiglia di conservare la ricevuta del versamento per 12 mesi per consentire verifiche da parte della Provincia).

Per il caricamento dell'abbonamento relativo all'anno scolastico 2019/2020 la famiglia potrà recarsi presso le Casse Rurali a partire dal 12 agosto 2019

Si possono acquistare due tipi di abbonamento:
1) Libera circolazione su tutto il territorio provinciale; il titolo avrà validità dal 1/9/2019 al 31/8/2020;
2) Non libera circolazione consente il percorso casa-scuola utilizzando una sola rete di servizi (extraurbano o urbano).
Abbonamento urbano: validi dal 1/9/2019 al 30/6/2020 (possibilità di utilizzo anche dei mezzi extraurbani in ambito urbano).
Abbonamento extraurbano: validi dal 1/9/2019 al 30/6/2020 tutti i giorni compresi i festivi.

VALORI INDICATIVI DI PAGAMENTO:

Libera circolazione: da 31 a 97 Euro (per un figlio); da 31 a 150 Euro (per due o più figli);
Non libera circolazione: da 31 a 59 Euro (per un figlio) da 31 a 90 Euro (per due o più figli).

Si segnala che solo per l'anno scolastico 2019/2020, in virtù di ritardi nel calcolo della dichiarazione ICEF e nel caricamento della smart card, sarà possibile viaggiare, fino al 30 settembre 2019, con la smart card ancora non caricata.

Chi avesse pagato tariffa massima potrà ottenere (a seguito di calcolo I.C.E.F. )  il rimborso inviando apposito modulo allo scrivente Servizio disponibile presso i C.A.F. e sul sito internet (www.trasporti .provincia.tn.it) nella parte relativa alla modulistica.

N.B. le smart card vanno validate all’atto della salita sul mezzo o presso le validatrici di stazione.

Con deliberazione n.  863/2019 la Giunta provinciale ha stabilito, a partire dall'anno scolastico 2019/2020, al fine di eliminare profili che possono pregiudicare la sicurezza nella fase della discesa e salita dal treno in relazione alla velocità richiesta per compiere la validazione della smart card in corso di viaggio per gli studenti residenti nella Regione Veneto e frequentanti le Scuole Superiori (scuole secondarie di secondo grado e centri di formazione professionale) in Provincia di Trento e utilizzanti la Ferrovia del Brennero (dalla Provincia di Verona) o la Ferrovia della Valsugana (dalla Provincia di Vicenza), e favorire gli spostamenti degli stessi,  di esonerarli dall’obbligo di validazione della smart card alla stazione di confine valorizzando i profili di esimente legata alle ragioni di sicurezza rispetto all’obbligo di validazione della smart card altrimenti previsto dall’art. 33 della Lp 16/93. Gli studenti possono quindi rimanere a bordo dei treni senza necessità di validare (scendendo dal treno per validare e poi risalire) in salita alla stazione di confine (Borghetto per la Ferrovia del Brennero e Primolano per la Ferrovia della Valsugana), fermo restando la necessità per tali studenti di utilizzare treni che effettuano fermata nelle dette stazioni di confine, Borghetto e Primolano, e di acquisire la smart card per il percorso nella Provincia di Trento (oltre al titolo di viaggio per la restante parte in provincia di Verona/Vicenza. 
 
N.B. PER L'ANNO SCOLASTICO 2020/2021 LA GIUNTA PROVINCIALE, CON DELIBERAZIONE N. 1181 DI DATA 7 AGOSTO 2020, HA APPROVATO LA LIBERA CIRCOLAZIONE GRATUITA SECONDO LE MODALITA' INDICATE AL SEGUENTE LINK
 
Allegati alla notizia
 
 
credits | note legali | Intranet | scrivi al gruppo web | Cookie Policy